mercoledì 27 luglio 2016

RT 16 - 10 Righeira



Sono tornate le Ri-Twenty bags!!!
Sono tutte pezzi unici, non faccio mai due borse uguali anche se a volte sviluppo un tema attraverso diverse borse. Sono realizzate riciclando shoppers tristi e sponsorizzate, a cui mi piace pensare aver donato una seconda e più soddisfacente vita.
Ho iniziato a cucirle nel 2011, ed ogni anno realizzo una limitatissima tiratura, non più di 20 pezzi.
Per ogni info, puoi fare riferimento alla mia pagina facebook, oppure al blog.
Per gli acquisti, puoi cercare il mio shop su A Little Market
 oppure puoi contattarmi direttamente, soprattutto se cerchi un modello particolare o vuoi una borsa personalizzata, magari con un tessuto a te caro.

venerdì 22 luglio 2016

Bilanci, e Weekendoit

Eccomi qui.
Mesi di silenzio stampa, durante i quali ho cucito solo le mie Ri-Twenty Bags e nuove Lunch Bag.
Se dovessi sintetizzare questo periodo con una immagine, sceglierei questa


un carrello, come metafora della capienza "oraria" della nostra giornata: le ore sono 24, e per quanto cerchiamo di essere brave, veloci, furbe etc, più di tanto nel carrello non ci sta.
Se proviamo a mettere dentro troppe cose, l'unico risultato sarà un senso di frustrazione per quello che non siamo riuscite a fare, anche se le aspettative erano irrealistiche, ed anche se lo sapevamo sin dal principio.

Devo ringraziare Francesco, il mio coach lavorativo
(lui si  definisce "Facilitatore di processi aziendali", ma da quando mi ha detto 
"se l'incarico è tuo, e tu non lo fai, non può farlo nessun altro: NON CE N'E'!"
io lo vedo come l'allenatore di Rocky Balboa), 
che mi ha costretta a fermarmi e a riflettere sulla gestione del tempo.
Il corso che ho seguito è stato utile in termini pratici (trucchetti e consigli) ma soprattutto mi ha restituito una spinta lavorativa che avevo perso da anni.



Ora, chi mi legge da un po' saprà che il cucito non è il mio lavoro principale, sia in termini di reddito che di tempo dedicato, ed oggi sono consapevole che non lo diventerà mai (mai dire mai) almeno per prossimi due/tre decenni, perchè:
- il mio lavoro mi piace molto, e ne ricavo uno stipendio dignitoso, per quanto decisamente migliorabile;
- quando cucio, in termini di estetica, forme e prodotti faccio letteralmente quello che voglio; in pratica, al 90% me ne frego della domanda, cioè della legge fondamentale del mercato: si tratta di una libertà enorme, dovuta al fatto che dal cucito non deriva il mio sostentamento;
- il cucito, per me, non è un piano B. E' una valvola di sfogo, un divertimento, un riappropriarmi
della manualità di fatto inutile nel mio lavoro;
- infine, pur cercando di trarre un utile dal cucito (quantomeno in termini di recupero dei costi vivi, oltre che per una equa remunerazione del lavoro profuso) "guadagnare" non è il mio obiettivo principale.
Da questo punto di vista, alternerò come fatto finora la mia produzione "commerciale", ossia le borse, al cucito sartoriale, tutto per me o per qualche amica abbastanza incosciente da fidarsi delle mie capacità.


E il blog?
Il blog è, e rimane, il diario dei miei esperimenti di cucito, e delle esperienze alle fiere, ai mercati, ed alle manifestazioni come il Weekendoit (vedi sotto).



Dopo questo sproloquio,
e cercando di non pensare agli UFO (un-finished object) che mi aspettano chiusi nell'armadio, vi racconto il Weekendoit in corso.
Sono così stordita che, nonostante ci sia stata per due giorni di fila, non ho fatto nemmeno una foto...
Ne pubblico un paio di quelle "ufficiali", ricavate dalla pagina Facebook dell'evento, che illustrano due eventi a cui ho partecipato.

Il primo è il Workshop "INCISIONE METALLI", tenuto da Alice Canapa di Eilish Creation (questa la sua pagina Facebook, e questa un'intervista pubblicata lo scorso anno nel mio blog) durante il quale ho realizzato un ciondolo che raffigura un - abbastanza - ignobile cacciavite (!!??!!)



Il secondo evento è il meeting delle venditrici di A Little Market, #mostracichisei.
Coinvolta da Lucia (aka La Gallina Rosita) ho conosciuto di persona delle fantastiche crafters non solo marchigiane, ma anche abruzzesi e emiliano - romagnole... abbinando dei volti ai nomi e brand che già seguivo su Facebook.


Al termine dell'incontro, abbiamo fatto uno swap: ciascuno aveva portato una propria creazione debitamente impacchettata, ed abbiamo estratto a sorte "pescando" da un barattolo.
La creazione pescata da me è questa stratosferica giacchina realizzata da Cristina - Atelier sul Brenta
(foto presa dal suo account Instagram @ateliersulbrenta) che non vedo l'ora di sfoggiare. Ho poi sbirciato le altre creazioni scambiate, tutte veramente splendide...


Il weekendoit ci sarà fino a Domenica 24 Luglio, e si concluderà in bellezza con un mercato da urlo.
Il tutto, alla Mole Vanvitelliana di Ancona. DAJE!!!

giovedì 26 maggio 2016

RT 16 - 7 Marinetti

Energia
e-n-e-r-g-i-a
e-nergia
ENERGIA
E-N-E-R-G-I-AAAAA
stop




Sono tornate le Ri-Twenty bags!!!
Sono tutte pezzi unici, non faccio mai due borse uguali anche se a volte sviluppo un tema attraverso diverse borse. Sono realizzate riciclando shoppers tristi e sponsorizzate, a cui mi piace pensare aver donato una seconda e più soddisfacente vita.
Ho iniziato a cucirle nel 2011, ed ogni anno realizzo una limitatissima tiratura, non più di 20 pezzi.
Per ogni info, puoi fare riferimento alla mia pagina facebook, oppure al blog.
Per gli acquisti, ecco il link al mio shop su A Little Market
oppure puoi contattarmi direttamente, soprattutto se cerchi un modello particolare o vuoi una borsa personalizzata, magari con un tessuto a te caro.